Oscar Ghiglia, (Livorno 1876 – Firenze 1945), Natura morta con fichi”, olio su masonite di cm. 40x30 firmato in alto a sinistra  Ghiglia 1938

Il dipinto ha un restauro su uno dei fichi, evidenziato dalla foto

Autodidatta, sebbene grande amico ed ammiratore di Giovanni Fattori. Partecipò alle Mostre internazionali di Venezia, espose alla New Gallery di Londra, alle Primaverili Fiorentine del 1901,1902,1903, all’Esposizione Internazionale di Saint Louis dove vinse una medaglia di bronzo, poi non partecipò più ad alcuna esposizione fino al 1928, anno nel quale si presentò a Milano con una mostra personale alla Galleria Pesaro assieme ai figli Valentino e Paulo. Continuò in seguito la sua attività soprattutto apprezzata e richiesta dai collezionisti d’arte toscani.

(Bibliografia: A.M. Comanducci- Dizionario illustrato dei pittori, disegnatori e incisori italiani, Milano 1962 Delio Oldini) (Catalogo dell’Arte Italiana dell’Ottocento, Giorgio Mondadori & Associati 1988)

vai alla home