Tavole Gli scavi della Certosa di Bologna 1876

07/12/2019 Off Di Massimiliano

SCOMPLETO SOLO il VOLUME con 150 TAVOLE di cm 57×39.
Gli scavi della Certosa di Bologna descritti ed illustrati dall’ingegnere architetto capo municipale Antonio Zannoni. Bologna, Regia tipografia s.d.(1876).
Condizioni generli buone, coperta con qualche abrasione, tavole con macchie d’umido che non compromettono la fruibilita delle immagini
NOTE: la tavola X è stampata insieme alla tavola XI (vedasi ultima foto)
Nel 1876 uscirono le prime due dispense dell’opera che fu terminata nel 1884. L’accurata parte descrittiva e l’eccezionale apparato illustrativo di 150 tavole in “foglio imperiale” ne fanno una pubblicazione ancor oggi considerata esemplare, nella quale Zannoni illustrò la più nota delle sue imprese archeologiche: il sepolcreto etrusco della Certosa. L’importantissima scoperta, che iniziò con il rinvenimento casuale di una tomba “a cista” durante i lavori di sistemazione del Chiostro delle Madonne nel cimitero della Certosa, in tre anni riportò alla luce ben 421 tombe e diede l’avvio dell’interesse per la storia più antica della città e incentivo per la realizzazione del Museo Civico, inaugurato nel 1871.
(Notizie tratte da: http://badigit.comune.bologna.it/mostre/archeologia/zannoni.htm)